4 Febbraio 2023

CATEGORIA

Medio Oriente

Il Bahrain laboratorio di apolidia

Dagli scontri di piazza Pearl del 2011, in Bahrain la polizia ha continuato a reprimere con violenza ogni forma di sommossa popolare mirata a...

Il ritorno delle trivelle nel Mediterraneo orientale

L’accordo turco-libico sulla frontiera marittima del 2019, che Grecia ed Egitto hanno definito nullo, ritorna sulla scena: Ankara e Tripoli preannunciano ricerche offshore nelle...

La rete di Erdoğan, Putin e la pace in Siria

In Turchia spirano venti di pace e tentativi di conciliazione. Che si tratti di Ucraina, per la quale il presidente Recep Tayyip Erdogan ha...

Mahsa Amini e il regime svelato: tornano le proteste in Iran

La morte della ventiduenne Mahsa Amini, una donna iraniana di origini curde-sunnite, deceduta in condizioni ambigue e sospette il 16 settembre 2022, ha nuovamente...

Un partito arabo-ebraico alle elezioni in Israele

Diversi osservatori, che registrano con sconcerto e amarezza la debolezza del centro-sinistra in Israele, ritengono che l’unico modo per una riscossa di tale schieramento...

Perché la stabilità dell’Iraq è la stabilità del Medio Oriente

Le violenze degli ultimi giorni a Baghdad, che hanno visto scontri tra gruppi sciiti rivali, sono l’ennesima prova dell’incapacità del sistema politico iracheno del...

Il Libano è ostaggio del suo sistema politico

Sullo sfondo di una disastrosa e apparentemente inarrestabile spirale negativa principiata nel 2019, quando la valuta nazionale iniziò progressivamente a svalutarsi, il Libano si...

Afghanistan un anno dopo: l’ombra di al-Qaeda su Kabul

Il disimpegno statunitense e della Nato, lo scioglimento delle forze armate afghane, l’avanzata talebana e la fine dell’esperienza della Repubblica islamica dell’Afghanistan sostenuta dalla...

Jihad Islamica e missili israeliani: torna la guerra a Gaza

Ad un anno di distanza, è tornata la guerra nella Striscia di Gaza. Questa volta, l’obiettivo dell’esercito israeliano, non è stato il gruppo che...

Il futuro di al-Qaeda dopo al-Zawahiri

Da un punto di vista simbolico, l'uccisione di al-Zawahiri è stato un duro colpo per al-Qaeda e un formidabile successo per gli Stati Uniti,...

Ultime pubblicazioni