5 Dicembre 2022

“L’Ucraina e i confini in un mondo interconnesso”: i vincitori del Premio Iai 2022

Il Premio Iai Giovani talenti per l’Italia, l’Europa e il mondo, lanciato nel 2018, offre ai giovani l’opportunità di sviluppare e pubblicare le loro idee su temi internazionali attraverso saggi o videoclip, ma anche di discuterle attraverso una cerimonia di premiazione con personalità note in diversi settori professionali.

“I confini in un mondo interconnesso: che senso hanno i confini nazionali in un mondo sempre più interconnesso?”: il tema scelto per l’edizione 2022 del premio Iai riguarda i confini, in un momento storico delicato in cui l’invasione russa dell’Ucraina ha riacceso i riflettori sul significato dei confini e della sovranità degli Stati nel sistema internazionale. I partecipanti – universitari e studenti di scuole secondarie superiore – hanno sviluppato aspetti diversi che riguardano i confini, dalle minacce globali fino all’economia, passando per la storia dell’Unione europea.

Il vincitore dell’edizione 2022 è Simone Martuscelli, autore del saggio dedicato ai confini nella post-globalizzazione. Al secondo posto Pablo Bravo, con una analisi dei confini come “costrutto umano”. Amanda Ribichini, terza classificata, ha invece sviluppato una riflessione sui confini a partire dal caso di Gorizia e Nova Gorica. Tutti gli elaborati finalisti sono stati pubblicati su affarinternazionali.it, disponibili qui.

Tommaso Clerici è il vincitore della quarta edizione del riconoscimento speciale per la comunicazione intitolato ad Antonio Megalizzi – il giornalista italiano ucciso nell’attentato di Strasburgo dell’11 dicembre 2018 – e inserito all’interno del Premio IAI. L’Istituto Affari Internazionali e la Fondazione Megalizzi, con la partecipazione di RadUni/Europhonica, lo hanno istituito nel 2019 con lo scopo di ricordare la passione di Antonio per il giornalismo e per i temi europei e proporlo come esempio a tutti i giovani che si sono candidati al concorso dedicato a loro.

La premiazione dei vincitori avverrà il 9 novembre a partire dalle 15. Parteciperanno Roberta Metsola e Pina Picierno, alle quali è stata conferita una menzione speciale nelle rispettive cariche di Presidente e Vicepresidente del Parlamento europeo, “per essersi sin dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina schierate fermamente a favore dell’indipendenza, l’integrità territoriale, la libertà e la democrazia in Ucraina, con la proposta di un’immediata entrata del Paese nell’Unione europea, nobilitando così le istituzioni europee”. Anche per questa edizione al Premio Iai è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

All’evento parteciperanno inoltre, insieme al direttore e al presidente dello IAI, Nathalie Tocci e Ferdinando Nelli Feroci, il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, Antonio Tajani – con un video messaggio – Agnese Pini, direttrice responsabile dei quotidiani di Editoriale Nazionale, Yaryna Grusha, scrittrice e docente all’Università Statale di Milano, Nataliya Kudryk, corrispondente in Italia di Radio Free Europe/Radio Liberty, Nona Mikhelidze, responsabile di ricerca IAI, Olga Tokariuk, giornalista e non-resident fellow al Center for European Policy Analysis (CEPA) e Anna Zafesova, saggista e giornalista. A condurre l’evento sarà la giornalista e conduttrice de La7, Flavia Fratello.

L’evento ha ricevuto il sostegno del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, del Parlamento europeo e della Fondazione Compagnia di San Paolo.