1 Ottobre 2022

Le conseguenze dell’aumento dei tassi di interesse nell’Ue

Giovedì 9 giugno 2022 la Banca centrale europea (Bce) ha annunciato che alzerà i tassi di interesse per la prima volta dopo dieci anni e terminerà il proprio principale programma di acquisto dei titoli di stato, che era attivo da oltre otto anni, a partire dall’1 luglio.
L’obiettivo è di mitigare l’effetto dell’inflazione. I tassi verranno alzati prima a 0.25% a luglio, e poi a 0.5% a settembre.

Franco Passacantando, consigliere scientifico dello IAI, senior fellow della School of European Political Economy, docente alla LUISS, e consigliere di amministrazione in alcune società private italiane e Internazionali, analizza in questo podcast di AffarInternazionali l’attesa decisione della Banca Centrale Europea.

Foto di copertina EPA/GIAN EHRENZELLER

Ultime pubblicazioni