IAI

‘Storia di un Jihadista’ di Franco Rizzi, documento raccontato

Di straordinaria attualità ‘Storia di un Jihadista’, documento raccontato, o racconto documentato, di Franco Rizzi, professore di Storia dell’Europa e del Mediterraneo presso l’Università di Roma Tre e fondatore e segretario generale di Unimed.

Il giovane tunisino Khalid ha fatto perdere le sue tracce per arruolarsi nelle milizie dello Stato islamico. Sua sorella Aisha intraprende un pericoloso viaggio oltre il confine turco-siriano per tentare di riportarlo a casa.

Ed è dalla discesa di Aisha nelle viscere del fondamentalismo islamico che il lettore può apprendere sfaccettature e contraddizioni di quella società: il senso della vita e il valore dell’umanità, il ruolo della donna, la propaganda e l’impegno militante finalizzato a promuovere il jihad. Amore e morte finiscono per convergere e sovrapporsi, sullo sfondo della brutalità dei nuovi propagatori di odio e delle contraddizioni di un mondo costellato di tensioni e pulsioni contrastanti.

Realtà e finzione sono sapientemente intrecciate in “Storia di un Jihadista”, in cui la narrazione, tutta basata su riscontri reali, è un utile strumento di comprensione dell’attuale scenario mediorientale e del rischio che costituisce per la società occidentale.

L’islamofobia di questi ultimi decenni – suscitata in particolare dagli eventi dell’11 settembre e foraggiata dall’avvento del sedicente “Stato Islamico” – ha gettato nello stesso calderone estremisti e non. Il jihad, il raggiungimento della perfetta fede attraverso l’impegno interiore e materiale per la causa di Dio, seppur non originariamente direttamente connesso alla ‘Guerra Santa’ del fondamentalismo islamico contro gli infedeli, è ormai il leitmotiv per le azioni violente di Al Qaeda, dello “Stato islamico” e delle organizzazioni affini.

Entrare a fare parte dei gruppi islamisti che combattono la guerra santa è diventato persino facile: ci si arruola spontaneamente. Ma uscirne può essere un incubo talora letale.

Rizzi Franco, Storia di un jihadista, Editore Castelvecchi (collana Diwan), 2015, 123 p., € 16,00.