IAI

SAMIR AITA, ELISABETTA BINI ET ALII – Le rivolte arabe e le repliche della storia

Dalla fine del nazionalismo nasseriano, alle rivolte del 2011 non ancora sopite, dall’apertura economica nei confronti dell’Occidente, al fallimento di uno sviluppo incompiuto, passando per l’analisi delle due principali forze che governano oggi il Medioriente – l’esercito e l’Islam: tutto questo in “Le rivolte arabe e le repliche della storia”.

Il volume raccoglie una serie di saggi, frutto del seminario “Le radici delle trasformazioni del mondo arabo” promosso dall’Associazione per la storia e le memorie della repubblica, e in collaborazione con l’Università di Firenze.

Gli autori intendono compiere un’analisi critica dell’interpretazione occidentale spesso troppo facilmente “positiva” del fenomeno delle “primavere arabe” che ha visto la crisi di regimi che, fino a quel momento, avevano comunque goduto del riconoscimento e della piena collaborazione sia dei paesi europei, che degli Stati Uniti.

Il libro analizza poi il ruolo giocato durante le rivolte, dall’Islam più politicamente attivo, cercando di rompere la classica visione occidentale che vede il mondo arabo come una Umma indefinita e omogenea. L’analisi non si limita al periodo “caldo” del 2011, ma considera anche l’attuale “controrivoluzione”: il mutamento di questo processo rivoluzionario che ha assunto col tempo tratti sempre più contraddittori e drammatici.

Il filo che unisce il ragionamento è la risposta che il mondo arabo sta cercando di darsi ai cambiamenti politici ed economici sia interni che esterni. Perché per capire sia l’origine che gli esiti della protesta, è indispensabile guardare al modo in cui i paesi arabi stanno vivendo le più recenti trasformazioni del capitalismo globale, soprattutto dopo la fine dell’era dei regimi post-coloniali, che se da un lato hanno realizzato importanti obbiettivi di progresso, dall’altro non sono stati capaci di avviare uno sviluppo economico auto-propulsivo simile a quello dei loro cugini asiatici.

La soluzione di questi problemi, in un contesto internazionale che vede anche la ripresa del conflitto est-ovest, è la vera posta in gioco nella lotta tra esercito e Islam politico in tutto il mondo arabo. Senza questa soluzione non potrà mai esserci democrazia.

Samir Aita, Elisabetta Bini, Fred H. Lawson, Leonardo Paggi, Lucia Sorbera, Massimiliano Trentin, Le rivolte arabe e le repliche della storia. Le economie di rendita, i soggetti politici, i condizionamenti nternazionali, Ombre Corte, 2014, pp. 150, € 14,00.