IAI

PIETRO BASSETTI Svegliamoci italici! Manifesto per un futuro glocal

È un libro-richiamo quello di Pietro Bassetti, rivolto ai circa 250 milioni d’italici nel Mondo che l’autore esorta a prendere coscienza della loro antica e nuova identità. L’idea e la ricerca nascono nell’ambiente delle Camere di Commercio che fanno da ordito agli italiani nel Mondo, perché è anche nel business che emergono comunanze di valori e interessi.

L’italicità si manifesta nella condivisione della cultura italiana. Con italici Bassetti intende non solo i cittadini italiani, ma anche i sammarinesi, i ticinesi, i dalmati, gli italo-americani, gli italofoni e tutti coloro che includono nel loro stile di vita i valori e le tradizioni del nostro Paese.

Il progetto su larga scala e di ampio respiro di Bassetti è di formare una società civile e una classe dirigente cosciente della transnazionalità della cultura italica, così da gettare le basi per un quello che lui definisce un futuro ‘glocal’.

L’attenzione non è solo incentrata sugli avvenimenti globali, ma sulla relazione di quest’ultimi con i concreti accadimenti locali. Quella degli italici deve quindi imporsi come una world community per portare nel mondo i valori del Bel Paese. Numerosi gli esempi di questi tipi di community nel Mondo: quella anglosassone, quella ispanica, quella lusitana. Manca però all’appello quella italica.

L’opera è dunque un manifesto per una futura associazione di italici con suggerimenti concreti per la realizzazione. L’autore propone un cambiamento del comune concetto del ‘Made in Italy’, con il ‘Made by Italics’, che identificherebbe non solo prodotti di qualità italica, ma anche le relazioni e lo scambio culturale online e offline della comunità.

L’autore specifica infine il ruolo fondamentale dei giovani (futuri) italici nella realizzazione dell’associazione, che si basi su identità, media, business e commonwealth.

Piero Bassetti, Svegliamoci italici! Manifesto per un futuro glocal, Marsilio Editori, 2015, pp. 126, 1° ed., Euro 10,00.