IAI

Maurizio Quilici e Marinella Fiaschi – Storia di Aya. In fuga dalla Siria per amore

Storia di Aya è il racconto di un amore. Quello tra Fadi e Aya, due giovani ragazzi siriani che hanno visto da vicino l’orrore della guerra.

Una cronaca dettagliata del loro innamoramento: dalle prime fasi di una corrispondenza a distanza durata due anni – lui vive in Svezia da rifugiato politico, mentre lei, appena diciottenne e affetta da un tumore a un piede, non è ancora riuscita a lasciare la Siria – al matrimonio celebrato a metà strada, in Libano.

Il loro progetto, una volta sposati, è quello di raggiungere la Svezia e trasferirvisi in maniera definitiva. Ma giunti a Roma, dove intendono trascorrere la loro luna di miele, nulla sembra andare per il verso giusto. I due amanti si trovano così coinvolti in una serie di accadimenti che li porta a separarsi per diverso tempo: la giovane donna viene respinta all’aeroporto di Fiumicino e rispedita nell’immediato in Turchia, mentre Fadi è arrestato per aver favorito l’immigrazione clandestina della moglie. Solo grazie ad una grande forza di volontà, e all’intervento di alcuni personaggi che avranno la fortuna di incontrare sul loro cammino, i due riusciranno infine a ritrovarsi e a costruire una nuova vita insieme.

Al di là del racconto di una storia d’amore a lieto fine, il testo affronta tematiche estremamente attuali. Innanzitutto il dramma umanitario di una guerra da cui i due ragazzi cercano di scappare. Ma non solo. Il volume restituisce infatti anche un quadro veritiero delle istituzioni europee, del loro modo di gestire – o non gestire – l’integrazione dei flussi migratori, della macchinosità delle norme e delle proceduredi accoglienza nel nostro Paese e della difficoltà per i due giovani di varcare il confine con l’Europa una volta giunti in Italia.
< br> È, senza dubbio, una storia positiva e ricca di speranza. Un racconto ispirato a fatti realmente accaduti che raccoglie la testimonianza di individui e associazionivolontarie che hanno aiutato i due giovani a costruirsi una vita migliore nel momento in cui hanno cercato di lasciarsi alle spalle un destino segnato dalla violenza e dal terrore. Ma stimola al tempo stesso una riflessione più profonda su tutte le altre storie, simili a quella di Fadi e Aya, che però, a differenza della loro, non hanno avuto (e non hanno) lo stesso lieto fine.

Storia di Aya. In fuga dalla Siria per amore, di Maurizio Quilici e Marinella Fiaschi, Imprimatur, Reggio Emilia, 144 pagg.