IAI

LORENZO KAMEL Imperial Perceptions of Palestine: British influence and power in late Ottoman Empire

“Imperial Perceptions of Palestine: British influence and power in late Ottoman Empire” (Percezioni Imperiali della Palestina: potere e influenza britannica nel periodo tardo ottomano), vincitore del Palestine Book Award 2016, è un libro basato in larga parte su fonti in sei lingue provenienti da 17 archivi sparsi tra Israele, territori palestinesi, Egitto, Inghilterra, Turchia, Stati Uniti e Italia. Il testo unisce un approccio top-down e bottom-up nel descrivere identità locali, istituzioni, cariche religiose, confini, culture e società, aiutando a comprendere alcuni dei nodi più problematici che interessano l’area.

Kamel analizza una propensione molto comune: quella di presupporre che delle usanze locali equivalgano a leggi di natura; in breve, la tendenza a standardizzare la complessità dell’‘altro’. In questo senso lo scenario palestinese non appare dissimile da altri. L’orientamento “histoire croisée” del volume mira a riportare alla luce contatti, percorsi, convergenze culturali e politiche che accomunano regioni disparate. Risulta dunque efficace a svelare alcune dinamiche che le hanno interessate, nonostante per molti aspetti la “Terra Santa” rappresenti un unicum che sfugge ad accostamenti validi in altri contesti, come sostiene l’autore.

A questo riguardo è forse l’“Orientalismo biblico”a rappresentare uno degli strumenti più efficaci per fare luce sul modo in cui il processo di semplificazione dell’altro si è declinato nella realtà palestinese: una molteplicità di libri e mappe, sovente focalizzata sui collegamenti tra gli eventi biblici e le caratteristiche fisiche della Palestina, ha favorito l’affermazione di una cronologia storica che lascia spazio quasi esclusivamente all’epoca biblica e alle crociate, ignorando in larga parte la storia prebiblica e la dominazione islamica. Questo ha contribuito a fissare nella memoria collettiva una toponomastica che in diversi modi e forme ha insabbiato l’originale geografia “non-biblica”, prevenendo o ostacolando lo sviluppo di una narrazione storica alternativa e inclusiva.

Responsabile di ricerca allo IAI nel programma Mediterraneo e Medioriente e Marie Curie Experienced Researcher presso la Albert-Ludwigs-Universität Freiburg, Lorenzo Kamel ha pubblicato altri cinque libri ed oltre trenta articoli accademici su tematiche legate al Mediterraneo e al Medio Oriente.

Lorenzo Kamel “Imperial Perceptions of Palestine: British influence and power in late ottoman times”, I.B.Tauris, Londra e New York 2015, pp. 312.