IAI

Imprese e mercati internazionali: soluzioni finanziarie

Imprese e mercati internazionali: soluzioni finanziarie
COMMERCIO E FISCALITA’ INTERNAZIONALE
Edizione: I
Disponibilità: 18 marzo 2013
Gli autori: Giampietro Garioni CARTA: Pagine: 400 ca, Codice: 139756, Prezzo: € 35,00
EBOOK: Formato: EPUB, Codice: 139773, Prezzo: € 24,50

In un mondo in cui nuovi Paesi e nuove tecnologie hanno completamente rivoluzionato lo scenario di fondo del commercio internazionale e la concorrenza globale è sempre più agguerrita, per le PMI italiane l’internazionalizzazione diventa, più che una risorsa, una necessità. Se da un lato con la crisi l’accesso al credito è più difficile, dall’altro la necessità di competere sui mercati internazionali richiede una maggiore tutela dai rischi generati da questa apertura.
Il volume spiega come le imprese dovranno utilizzare gli strumenti finanziari ed assicurativi disponibili per avere un accesso più facile, e possibilmente meno oneroso, al credito bancario. In particolare, i capitoli del libro forniscono:
• l’analisi delle tendenze del commercio internazionale e delle conseguenti modifiche dei flussi di esportazioni e dei processi di internazionalizzazione delle nostre imprese;
• l’esame del quadro del sistema pubblico di sostegno all’internazionalizzazione, con l’aggiornamento sulle norme introdotte dal governo Monti;
• la definizione e la valutazione del rischio di credito, che costituisce la principale problematica delle operazioni con l’estero;
• gli strumenti di pagamento e le operazioni di finanziamento e assicurazione delle esportazioni;
• l’impostazione di una corretta politica di gestione del rischio di credito (Credit Risk Management);
• l’analisi dei costi e la valutazione di un investimento all’estero, al fine di capire se, e come, utilizzare gli strumenti pubblici di sostegno nella fase di costituzione ed avviamento di una società all’estero.
Un ultimo argomento di stretta attualità riguarda i cambiamenti nel rapporto banca-impresa dopo l’introduzione dei criteri previsti dagli Accordi di Basilea 2 e Basilea 3.

Le società holding nell’Unione Europea
Collana: MANUALI BLU
Edizione: II – 2013
Disponibilità: 28 marzo 2013
Gli autori: Gianluca M. Dalla Verità
CARTA: Pagine: 1.470 ca, Codice: 139750, Prezzo: € 95,00

Le società holding di partecipazioni sono lo strumento-quintessenza dell’economia capitalistica: punto di snodo dell’organizzazione dei gruppi societari, ne costituiscono il reticolo organizzativo e incarnano le strategie connesse alla catena del possesso; inoltre, la collocazione di una società in un determinato punto dell’organigramma del gruppo determina il senso, la direzione e l’entità teorica dei flussi di reddito.

Il libro, dopo un’analisi accurata degli aspetti istituzionali e di inquadramento giuridico ed ideale della fattispecie, esamina i singoli provvedimenti normativi nazionali che, in assenza di un regime speciale esplicito, potrebbero interessare le società holding, sia estere che fiscalmente residenti in Italia. A ciò segue l’apporto informativo, assolto con un’impronta professionale e casistica, riguardante tutti i Paesi comunitari ed alcuni Territori ad essi collegati. Rispetto alla precedente edizione, i capitoli sono stati ampliati, e sono capaci di fornire il quadro di riferimento – e forse qualcosa di più – di ciascun Paese.

Si è provveduto altresì ad analizzare in estremo dettaglio la giurisprudenza della Corte di Giustizia, la cui funzione è decisiva in sede di attuazione del mercato comune, suddividendo la trattazione per argomenti. Nel contempo, si sono descritti gli apporti da parte della Commissione Europea, consistenti sia nella predisposizione di progetti di Direttiva da sottoporre all’esame del Consiglio, sia nell’azione di vigilanza sulla corretta applicazione del Trattato UE. Si è ritenuto altresì opportuno occuparsi della responsabilità penale nei Gruppi societari, stanti gli orientamenti delle Corti e l’ampliamento dell’area di applicazione della norma nei confronti dei soggetti societari e delle persone fisiche. Infine, l’inserimento di un capitolo dedicato all’istituto del trust ha assolto al compito di sottoporre all’attenzione del lettore l’utilizzabilità di uno strumento le cui potenzialità all’interno dei gruppi societari sono notevoli, e non pienamente sfruttate se non a livello di pianificazione patrimoniale personale, e non di gruppo.

Analisi di comparabilità nel transfer pricing
FISCALITA’ INTERNAZIONALE
Edizione: I – 2013
Disponibilità: 29 marzo 2013
Gli autori: Piergiorgio Valente, Antonella Della Rovere, Pietro Schipani
CARTA: Pagine: 450 ca, Codice: 144434, Prezzo: € 35,00
EBOOK: Formato:pdf, Codice: 144471, Prezzo: € 24,50

La possibilità che imprese associate, facenti capo al medesimo gruppo multinazionale, perseguano politiche volte al condizionamento dei prezzi di trasferimento ha spinto gli organismi sovranazionali ad elaborare una serie di “linee guida” finalizzate alla determi-nazione del cd. “valore normale” delle transazioni intercompany, nel rispetto del principio di libera concorrenza e tenendo conto di meccanismi di verifica e confronto. L’analisi di comparabilità è di fondamentale importanza in un’analisi di transfer pricing: deve essere effettuata al fine di valutare le modalità con le quali vengono realizzate le transazioni infragruppo oggetto di esame e dimostrare il rispetto del prezzo di libera concorrenza da parte della tested party, mediante la comparazione con transazioni similari poste in essere da parti indipendenti.

La Collana Fiscalità Internazionale, diretta da Piergiorgio Valente, affronta in maniera esaustiva le tematiche di principale attualità nel panorama della fiscalità internazionale, tenendo conto dello scenario economico nel quale le imprese, italiane ed estere, si trovano ad operare. Mediante l’approfondimento tecnico-applicativo, le esemplificazioni in casi di studio e i riferimenti alla prassi professionale, la Collana ha l’obiettivo di fornire a professionisti, manager d’azienda e funzionari dell’amministrazione risposte adeguate alle problematiche concrete degli investimenti all’estero.