IAI

Concorso giornalistico “GIOVANI PENNE SULL’EUROPA” (I edizione)

Concorso giornalistico “Giovani penne sull’Europa” (I edizione)

Bando di concorso e regolamento

In vista delle prossime elezioni del Parlamento europeo e considerata l’attuale centralità dei temi europei nel dibattito pubblico e politico, AffarInternazionali, la rivista online dell’Istituto Affari Internazionali, indice la prima edizione del concorso giornalistico “Giovani penne sull’Europa” su temi riguardanti l’integrazione europea.

Chi può partecipare?
Il concorso è rivolto esclusivamente agli studenti, dei corsi di laurea triennali e magistrali, delle Università di Catania, Pisa, Roma Tre, Torino e Trento (si veda lista delle università partecipanti in calce), nell’ambito del programma di Conferenze “Verso le europee 2014” organizzate dalla rivista AffarInternazionali nei suddetti atenei.

Come partecipare?
Ogni studente può partecipare da solo o in coppia inviando un articolo, di taglio giornalistico, che sviluppi uno dei seguenti temi:

– Un presidente della Commissione indicato dai partiti europei. Abbiamo trovato l’anello mancante della democrazia europea?
– Un passo avanti e due indietro? Gli effetti della crisi sul sentimento di appartenenza dei cittadini europei e sul consenso al progetto d’integrazione.
– Russia ed Ue: un difficile equilibrio tra collaborazione, competizione ed interdipendenza. Che tipo di relazione dovrebbe privilegiare l’Ue con la Federazione russa?
– Memorandum per il semestre italiano. Su quali temi dovrebbe focalizzarsi l’iniziativa dell’Italia e quali sono i margini d’azione?
– La solidarietà oltre i Trattati. È realisticamente possibile conciliare l’interesse nazionale e la solidarietà tra gli Stati membri?
– Lo slancio del processo d’integrazione conosciuto negli anni ’90 sembra essersi esaurito. Che cosa è venuto a mancare negli ultimi anni? La congiuntura storica o la volontà politica? Il nuovo Parlamento europeo potrà avere un ruolo nel suo rilancio?

L’articolo, in formato Pdf, dovrà essere inviato all’indirizzo mail affarinternazionali@iai.it entro e non oltre le ore 12:00 del 3 giugno 2014.

Quale è il premio?
Gli articoli che risulteranno vincitori saranno pubblicati sulla rivista AffarInternazionali. La rivista, inserita nella graduatoria del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, da oltre otto anni è un punto di riferimento per gli addetti ai lavori e gli esperti di questioni internazionali e politica estera italiana, con oltre 1.500 articoli pubblicati.

Quali sono le regole?
L’articolo deve essere scritto in lingua Italiana, avere un titolo e non superare la lunghezza massima di 800 parole.
L’articolo deve essere inedito.
Ogni partecipante o coppia di partecipanti può concorrere con un solo articolo.
La partecipazione al concorso avviene a titolo gratuito.

Come avviene la scelta dei vincitori?
La selezione degli articoli viene effettuata dalla redazione di AffarInternazionali e da una giuria di professori appartenenti alle università partecipanti al ciclo di conferenze. La nomina dei vincitori spetta alla redazione di AffarInternazionali.

La valutazione degli articoli si basa sui seguenti requisiti minimi:
– attinenza al tema proposto nel corso della conferenza
– accuratezza della trattazione
– originalità del contenuto
– stile di scrittura appropriato
I nomi dei vincitori saranno resi pubblici da Affarinternazionali entro il 1 luglio 2014.
Il giudizio della redazione e della giuria è insindacabile.
La pubblicazione degli articoli vincitori avverrà nei tempi dettati dalle esigenze editoriali di AffarInternazionali.
Partecipando al concorso, l’autore dell’articolo autorizza la pubblicazione, totale o parziale, del manoscritto inviato ad AffarInternazionali. Nel caso qualsiasi dei precedenti punti non fosse pienamente rispettato, la redazione di AffarInternazionali si riserva il diritto di non ammettere o escludere dalla partecipazione al concorso.

Questioni residuali
L’autore o gli autori dichiarano che l’opera è frutto dell’ingegno esclusivo degli autori stessi. Della violazione dei diritti di terzi è responsabile il solo autore.
Qualora fra gli articoli sottoposti nessuno risultasse degno di pubblicazione, l’Istituto si riserva di sospendere il concorso.
La partecipazione al concorso implica l’accettazione del presente regolamento. Per quanto non espressamente stabilito da questo regolamento, decide la giuria in maniera insindacabile.

Lista delle università partecipanti:
Università degli studi di Catania
Università di Pisa
Università degli Studi Roma Tre
Università degli Studi di Torino
Università degli Studi di Trento