IAI

Codice dell’Unione europea operativo

Il ‘Codice dell’Unione europea operativo’ è il primo commentario in lingua italiana alle disposizioni dei Trattati sull’Unione europea nella versione consolidata, a seguito dell’entrata in vigore del Trattato di Lisbona (il 1° dicembre 2009). Curato dal professor Carlo Curti Gialdino, con una prefazione di José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, è un’opera ponderosa, che viene a riempire un vuoto spiegabile, in parte, con la complessità del quadro giuridico dell’Unione europea – una sorta di “cantiere” costituzionale e normativo in continua evoluzione – che ha fatto sì che mancasse, fino ad ora, nel panorama giuridico italiano, lo sviluppo del genere “commentario articolo per articolo” applicato ai Trattati sull’Unione europea. Fino a ieri, i pochi commentari pubblicati erano tutti fermi alle modifiche dei Trattati istitutivi apportate dal Trattato di Nizza.

Per colmare la lacuna, il volume diretto dal professor Curti Gialdino offre, in particolare, un’approfondita guida alla comprensione di ciascuna delle disposizioni dei Trattati costitutivi dell’Ue, il Trattato sull’Unione europea (Tue) e il Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (Tfue), nella convinzione che per “radicare il diritto di matrice europea nel nostro ordinamento sia indispensabile intercettare l’interesse degli operatori pratici del diritto”.

Ne è venuta fuori un’opera articolata e ponderosa, frutto di quasi tre anni di lavoro da parte di chi per mestiere si occupa o si è occupato del diritto dell’Unione europea, per lo più giuristi che attualmente lavorano nelle istituzioni europee o che vi hanno lavorato in passato, credendo nelle virtù del processo d’integrazione giuridica europea, ma conoscendone molto bene anche i limiti e le carenze.

Ben 60 autori, infatti, dei 99 totali, provenienti da sette paesi diversi, sono o sono stati funzionari o agenti delle istituzioni, degli organi e degli organismi dell’Unione europea, con una netta prevalenza di referendari o ex referendari delle tre articolazioni giudiziarie della Corte di Giustizia dell’Unione europea, considerata, non a caso, la “fabbrica” dell’Europa del diritto.

Anima del progetto è, come anticipato, Carlo Curti Gialdino, professore associato di Diritto internazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione alla Sapienza Università di Roma, con alle spalle numerosi ruoli di rilevanza europea, dall’amministrazione del Cide (Centro nazionale d’informazione e documentazione europea) alla partecipazione al Comitato tecnico permanente del Ciace (Comitato interministeriale per gli affari comunitari europei), nonché referendario presso la Corte di Giustizia delle Comunità europee.

Il ‘Codice operativo’ non ha, dunque, come destinatari principali solo gli operatori giuridici “pratici”, avvocati e magistrati in primis, ma anche gli studenti delle facoltà di Giurisprudenza italiane e, insieme a loro, la folta schiera dei funzionari della Pubblica amministrazione statale e regionale e del settore privato, che ormai, giornalmente, devono fare i conti con l’interpretazione e l’applicazione del diritto dell’Unione europea. La finalità di sussidio agli operatori del diritto è, pertanto, la principale caratteristica e, al tempo stesso, l’originalità del volume, rispetto a tutti i modelli italiani e stranieri di commentari affini esistenti.

A tale scopo, è stato riservato ampio spazio alla giurisprudenza europea ed alla prassi delle istituzioni e degli organi dell’Ue; le soluzioni interpretative della dottrina, invece, sono state richiamate soprattutto con riguardo alle questioni non ancora oggetto di giurisprudenza o, comunque, particolarmente controverse.

In quest’ottica, tutti i commenti sono stati redatti in modo da permettere di risalire per ogni articolo, all’origine della disposizione, alla sua collocazione, alla ratio che ne è alla base, all’ambito di applicazione e agli sviluppi normativi; il tutto anche grazie ad una selezione aggiornata della bibliografia pertinente.

Il Codice può, dunque, rappresentare, per tutte queste caratteristiche, uno strumento particolarmente utile per i concorsi nelle amministrazioni pubbliche italiane, per gli esami di Stato finalizzati alle professioni giuridiche e per le selezioni effettuate da istituzioni, organi e agenzie dell’Unione europea.

Curti Gialdino Carlo, Codice dell’Unione Europea operativo. Tue e Tfue commentati articolo per articolo, Edizioni Simone, 2012, 150,00 euro.