Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Afghanistan: tutte le lezioni per Ue e Occidente
25 agosto 2021

I due atleti che avrebbero dovuto gareggiare per l'Afghanistan alle Paralimpiadi che si sono aperte ieri a Tokyo non c'erano (il Comitato Olimpico nazionale ha ritirato la delegazione), ma la bandiera del Paese centro-asiatico ha sfilato comunque, "in segno di solidarietà e di pace". Vent'anni dopo, con il ritorno dei talebani al potere, Kabul si ritrova alla casella di partenza del "Grande Gioco": per i media Usa (ci racconta Giampiero Gramaglia) è l'ora dell'esame di coscienza, mentre chi si affaccia sulla scena (Cina in primis) affronta la partita consapevole degli errori altrui.

Si è trattato di una sconfitta politica e non militare: indispensabile per l'Occidente (e anche per l'Italia) individuare gli errori commessi e le lezioni di cui far tesoro, fanno notare Michele Nones, Stefano Silvestri e Vincenzo Camporini. E pure l'Europa, che si è dimostrata ben lontana dal proposito di dare sostanza e contenuto alla sua annunciata ambizione geopolitica, ha molta strada ancora da percorrere: nell'immediato la sua credibilità sarà misurata sui dossier profughi e interlocuzione con i talebani, avverte Ferdinando Nelli Feroci.

Su AffarInternazionali, la rivista dello IAI, affrontiamo con varie voci il dibattito dopo la caduta dell'Afghanistan.

""“afghanistan”
ARTICOLI
Sconfitta politica, non militare
Afghanistan: quelle lezioni da non dimenticare

di Michele Nones, Stefano Silvestri, Vincenzo Camporini

Duecento anni fa Carl von Clausewitz sosteneva che “La guerra non è che la continuazione della politica con altri mezzi. La guerra non è, dunque, solamente un atto politico, ma un vero strumento della politica, un seguito del procedimento politico, una sua continuazione con altri...

Autonomia strategica Ue
Afghanistan: un test per la credibilità dell'Europa

di Ferdinando Nelli Feroci

Il dramma che si sta svolgendo in Afghanistan era ampiamente prevedibile. E poteva forse essere evitato se le due successive Amministrazioni americane direttamente coinvolte nell’operazione avessero adottato una pur inevitabile “exit strategy” dal Paese meno affrettata e meno irresponsabile. Va...

Usa fuori, tocca alla Cina
Afghanistan: il Grande Gioco ritorna alla casella di partenza

di Giampiero Gramaglia

“Nulla sarà più come prima”: il mantra che diffonde un alone di speranza intorno ai grandi drammi, l’11 settembre, la crisi economica, la pandemia, trova l’ennesima clamorosa smentita poco prima del ventesimo anniversario dell’attacco all’America condotto dai terroristi di al...

© 2021 AffarInternazionali - www.affarinternazionali.it

Questa email è stata inviata a %Subscriber:EmailAddress%

Per cancellarvi dalla nostra newsletter, è sufficiente cliccare qui