Ue/Italia: fondi, Lazio, tecnologia per lo sviluppo rurale

24 Ott 2020 - Finestra sull'Europa di Studenti FiSE

L’Unione europea destina gran parte dei suoi fondi a favore dei Paesi europei. Guardiamo, in particolare, alla regione Lazio e alla sua economia, sostenuta da sempre dal settore del turismo dalla presenza delle bellezze antiche della città di Roma, ma non solo; ogni anno, infatti, si scoprono nuovi siti archeologici in provincia e in altre città della regione, che con il tempo possono diventare luoghi turistici. Oltre il turismo è giusto ricordare un altro settore, di grande importanza e per il quale l’Ue stanzia parte dei suoi fondi per incrementarlo e svilupparlo, quello dell’economia sostenibile e di una crescita del Lazio rurale.

La tecnologia sta avendo sempre più un ruolo decisivo in questo quadro: la stesura dell’Agenda Digitale Europea vuole servire a sfruttare  la potenza della tecnologia per la crescita di un’economia sostenibile, che sia in grado di svilupparsi in tutte le regioni italiane. Per la Regione Lazio, l’Ue ha messo a disposizione un finanziamento di 4 milioni di euro che ha permesso di creare una propria agenda digitale per lo sviluppo di politiche eco sostenibili anche in ambito rurale, con il supporto della tecnologia.

Si chiama Lazio Digitale e si propone come obiettivo, oltre che di incrementare lo sviluppo sostenibile, anche di migliorare i servizi pubblici con lo sviluppo di un’amministrazione più partecipativa a favorire dei cittadini.

I fondi stanziati dall’Ue a favore di questo incremento delle economie territoriali, dell’innovazione e della preservazione sono stati destinati a imprese agricole affinché possano migliorare le loro capacità di produrre beni e servizi per la collettività e incrementare l’attrazione turistica delle Lazio rurale: fattorie didattiche, agriturismo, agri-asili, servizi di riabilitazione sociale. Il progetto è finalizzato a sostenere la crescita inclusiva dell’agricoltura e la difesa delle tradizioni locali.

L’impegno da parte dell’Ue nei confronti delle regioni italiane, anche nel difficile e particolare periodo attuale, è molto importante, non solo perché ci induce a essere più uniti, ma anche perché è un diritto e un dovere, per Paesi che appartengono alla stessa comunità, aiutarsi e contribuire a finalmente fugare quei dubbi che da un po’ di tempo affliggono il nostro Paese: lasciare l’euro e uscire dall’Ue, oppure restare.

Sabrina Alessia Mastrangeli

3 e fine https://www.affarinternazionali.it/blogpost/ue-italia-fondi-lazio/ e https://www.affarinternazionali.it/blogpost/ue-italia-fondi-lazio-culturale/