Guerra dei dazi e orgoglio europeo

1 Mag 2018 - Ceralacca di Gianfranco Uber

Nella guerra dei dazi Donald Trump ha un ripensamento: le misure protezionistiche americane sulle importazioni di acciaio e alluminio dall’Unione europea, che dovevano scattare il primo maggio, sono rimandate al primo giugno. Il presidente degli Stati Uniti ha deciso di posticipare di un mese la scadenza delle esenzioni per i Paesi Ue, prendendo tempo, forse, per arrivare a una mediazione.

Se la guerra dei dazi Trump dovesse confermare la sua decisione iniziale, i dazi saranno allora applicati. Il loro impatto sulle economie europee potrebbe essere pesante, e Angela Merkel, con Emmanuel Macron e Theresa May (un Matteo ci sarebbe stato bene se non altro per la M), hanno esaminato le contromosse più adeguate.

 

Guerra dei dazi Orgoglio europeo