– 61: un nuovo video shock turba l’America

3 Set 2020 - Diario Americano USA 2020 di Giampiero Gramaglia

Nell’imminenza della visita a Kenosha in Wisconsin di Joe Biden, un nuovo video shock turba l’America attraversata dalle tensioni razziali: un afro-americano di 30 anni con disturbi mentali che correva nudo per strada a Rochester, alle porte di New York, è morto asfissiato dopo che gli agenti che lo avevano fermato lo hanno ammanettato mettendogli poi un cappuccio e premendo il suo viso sull’asfalto per almeno due minuti. La morte è sopravvenuta sette giorni dopo in ospedale, dove l’uomo era stato ricoverato in fin di vita.

L’episodio risale al 30 marzo, ma solo ora la famiglia ha diffuso il video. La vittima si chiamava Daniel Prude, originario di Chicago. Era appena arrivato a Rochester per fare visita alla famiglia. L’intervento della polizia era stato chiesto dal fratello Joe, che aveva chiamo il numero d’emergenza 911 per denunciare la scomparsa del fratello dall’abitazione, spiegando che Daniel soffriva di disturbi mentali.

Joe Biden sarà oggi a Kenosha, dopo la controversa visita del presidente Donald Trump che, martedì, aveva incontrato i rappresentanti delle forze dell’ordine, ma non i familiari di Jacob Blake, il giovane nero colpito da un poliziotto bianco con sette colpi di pistola alla schiena, e neppure delle due vittime di un suprematista bianco di 17 anni. Biden, che parteciperà a un incontro con la comunità cittadina e vedrà i familiari di Blake, ha ieri dichiarato che gli agenti che hanno ferito Blake, come quelli che hanno ucciso a Louisville Breonna Taylor, una giovane nera colpita a morte mentre era a letto a casa sua, dovrebbero essere messi in stato d’accusa e processati. “E’ il minimo che si possa fare, dobbiamo garantire che venga fatta giustizia, che la giustizia faccia il suo corso”. Biden ha pure affermato che “la libertà d’espressione e il diritto di protestare sono sacrosanti, ma la violenza è sbagliata, da qualunque parte arrivi”.

Trump, dal canto suo, ha twittato: “Joe Biden non è dalla parte della polizia, è stato molto evidente con la mia visita di successo a Kenosha. Noi risolviamo i problemi rapidamente e questo è apprezzato dalla gente del Wisconsin. Joe Biden non saprebbe da dove iniziare”-

Secondo un sondaggio nazionale del Grinnell College, Biden ha il 49% delle intenzioni di voto, Trump il 41%; e Biden è particolarmente forte fra le donne. “Il presidente – constata Peter Hanson, direttore del Grinnell College National Poll – non ha ampliato la sua base di sostenitori, che sono sempre stati una minoranza dell’elettorato”. Per vincere, dovrà ripetere quanto gli riuscì nel 2016: imporsi di stretta misura negli Stati in bilico, così da avere la maggioranza dei Grandi Elettori, pur perdendo il voto popolare.

In una giornata in cui l’attenzione della politica è stata assorbita dalla prima sconfitta di un Kennedy nelle primarie per il Senato in Massachusetts e da una polemica su Nancy Pelosi senza mascherina dal parrucchiere, il comitato elettorale di Joe Biden e il partito democratico hanno fatto sapere d’avere raccolto ad agosto, il mese della convention, la cifra record di 364,5 milioni di dollari, oltre il doppio rispetto ai 140 milioni di luglio. Al dato contribuisce l’ammontare mensile di fondi online più alto della storia Usa, oltre 205 milioni di dollari.

Potete seguire tutti gli aggiornamenti del Diario Usa2020 sul blog di Giampiero Gramaglia