– 32: dopo Hope Hicks, anche Donald e Melania Trump positivi

2 Ott 2020 - Diario Americano USA 2020 di Giampiero Gramaglia

Donald Trump e la first lady Melania sono risultati positivi al coronavirus e sono in quarantena. S’erano sottoposti entrambi al test dopo che una stretta collaboratrice del presidente, Hope Hicks, era risultata a sua volta positiva. A un mese dalle elezioni del 3 novembre, la quarantena di Trump, che ha 74 anni, crea incertezza sugli sviluppi della campagna,

La notizia della positività della Hicks è stata anticipata dalla Bloomberg e confermata dal presidente in un’intervista alla Fox News e in un tweet; “Hope, che è una grande lavoratrice e che ha lavorato duramente senza prendersi neanche una piccola pausa, è positiva al Covid-19. Terribile! Io e la First Lady stiamo aspettando i risultati dei nostri test. Nello stesso tempo, iniziamo la quarantena”.

La Casa Bianca in una nota precisa che il presidente “prende molto sul serio la salute e la sicurezza di se stesso e di tutti coloro che lavorano per lui, oltre che di tutti gli americani. La Casa Bianca collabora con il medico del presidente e col dipartimento militare della Casa Bianca per assicurare che tutte le procedure incorporino le linee guida” delle autorità sanitarie “per limitare l’esposizione al Covid-19”.

Trump ha spesso avuto atteggiamenti ‘trasgressivi’ nei confronti del coronavirus, indossando raramente la mascherina ed entrando spesso in conflitto, con i suoi consigli e i suoi comportamenti, con i suoi consiglieri scientifici.

Ex modella ed ex dipendente della Trump Organization, la Hicks, 32 anni, è consigliere di Trump dal febbraio scorso. Prima, era stata direttrice delle comunicazioni strategiche della Casa Bianca, dal gennaio al settembre 2017, e poi direttrice della comunicazione fino al marzo 2018.

La Hicks ha viaggiato diverse volte con il presidente in settimana, incluso un volo a bordo dell’elicottero Marine One. Di tutti i casi di positività finora registrati alla Casa Bianca, il suo era decisamente quello più vicino a Trump.

Poco prima che si sapesse della positività della Hicks, la campagna di Trump s’era rivelata contraria a modificare il format dei dibattiti presidenziali, accusando la commissione che li organizza di avere legami con i democratici e di essere ‘anti-Trump’: “Non vogliamo alcun cambio rispetto alle cose su cui ci si è accordati prima del primo dibattito”. Lo stesso presidente aveva twittato: “Perché dovrei consentire alla commissione per i dibattiti di cambiare le regole per il secondo e terzo dibattito quando ho facilmente vinto il primo?”.

La revisione del format è stata innescata dopo il caos del primo duello fra Trump e Joe Biden, che, secondo tutti i sondaggi fin qui condotti, è stato vinto dal candidato democratico. Alla Fox News, Trump ha detto di avere interrotto Biden per “correggere le bugie che diceva”. Quanto alle critiche per non avere esplicitamente condannato nel dibattito l’estrema destra, il presidente ha detto: “Condanno il KKK, i suprematisti bianchi e i Proud Boys”; ma – ha aggiunto – Biden dovrebbe “dire qualcosa su antifa”.

Secondo l’ultimo sondaggio di Cnbc e Change Research completato dopo la prima sfida televisiva, Biden, a un mese dal voto, è avanti di 13 punti con il 54% dei consensi, mentre Trump ne ha il 41%.

Potete seguire tutti gli aggiornamenti del Diario Usa2020 sul blog di Giampiero Gramaglia.