– 31: Trump in ospedale, c’è un focolaio di contagi alla Casa Bianca

3 Ott 2020 - Diario Americano USA 2020 di Giampiero Gramaglia

Il presidente Donald Trump, risultato positivo al coronavirus, è ricoverato da ieri pomeriggio all’ospedale militare Walter Reed, a Bethesda, nel Maryland, alle porte di Washington, dove dovrebbe rimanere alcuni giorni, per potere ricevere immediatamente tutte le cure necessarie in caso di aggravamento.

Il ricovero in ospedale è stato deciso dai medici “per sovrabbondanza di precauzione”, ha spiegato la portavoce della Casa Bianca, Kayleigh McEnany: “Il presidente è di buon umore, ha sintomi lievi e ha lavorato durante il giorno”.

Trump ha raggiunto il Walter Reed con il MarineOne, l’elicottero che lo attendeva come sempre dietro la Casa Bianca, e poi in auto. Ha lasciato la sua residenza camminando da solo senza aiuti: aveva la mascherina, come tutti quanti intorno a lui – cosa inedita –.

Prima di lasciare la Casa Bianca, Trump ha registrato un video-messaggio rassicurante: “Voglio ringraziare tutti per l’enorme sostegno. Sto andando all’ospedale, ma penso di starmela cavando molto bene, vogliamo solo assicurarci che le cose funzionino. La first lady sta bene”.

Nel pomeriggio, il medico della Casa Bianca Sean Conley aveva riferito che il presidente era “affaticato, ma di buon umore”. Gli è stata iniettata una dose di un cocktail di anticorpi sintetici sperimentale, sviluppato dal laboratorio Renegeron, che ha dato risultati preliminari incoraggianti nei test clinici su un piccolo numero di pazienti. I medici gli somministrano, inoltre, vitamina D, zinco, melatonina, un’aspirina al giorno e un anti-acido.

La first lady Melania, contagiata anch’essa dal Covid-19, ma non ricoverata in ospedale, ha sintomi più lievi: soffre di una “tosse leggera e di mal di testa”. Trump ha 74 anni, Melania 50.

La Casa Bianca non prevede per ora un trasferimento di poteri al vice-presidente Mike Pence, che, però, resta in preallarme nella sua casa all’Osservatorio Navale, dopo essere risultato negativo – lui e la moglie – al coronavirus.

Il presidente “lavorerà per qualche giorno” dall’ospedale. Tutti gli eventi elettorali di Trump sono stati posticipati o riprogrammati in modalità virtuale: potrebbe essere il caso pure dei due dibattiti televisivi rimanenti col candidato democratico Joe Biden (o almeno del primo di essi, il 15 ottobre).

Il duello tv fra Pence e la candidata democratica alla vice-presidenza Kamala Harris si terrà, come previsto, mercoledì prossimo a Salt Lake Cit, nello Utah. La Harris, come Biden, s’è sottoposta al test ed è risultata negativa.

La Casa Bianca si sta intanto rivelando un vero e proprio focolaio di coronavirus: l’attenzione è puntata su quanti hanno partecipato, sabato scorso, alla cerimonia d’annuncio della designazione della giudice Amy Coney Barrett alla Corte Suprema, un evento nel Giardino delle Rose, praticamente senza precauzioni.

Sono risultati positivi il manager della campagna di Trump Bill Stepien, l’ex consigliera della Casa Bianca Kellyanne Conway, due senatori repubblicani, Mike Lee e Thom Tillis, e il presidente dell’Università di Notre Dame John I. Jenkins.

Potete seguire tutti gli aggiornamenti del Diario Usa2020 sul blog di Giampiero Gramaglia.