– 28: Trump torna alla Casa Bianca e si toglie la mascherina

6 Ott 2020 - Diario Americano USA 2020 di Giampiero Gramaglia

Dimesso dall’ospedale militare Walter Reed, dopo soli tre giorni di degenza, Donald Trump, tuttora positivo al coronavirus, è rientrato alla Casa Bianca sul Marine One, l’elicottero presidenziale. Sceso sul prato della sua residenza e raggiunto il portico sul South Lawn, il presidente s’è tolto, con gesto studiato, la mascherina, ha fatto il saluto militare mentre l’elicottero ripartiva e ha poi salutato con un gesto gli astanti.

La scelta di Trump di togliersi la mascherina, nonostante sia ancora contagioso, viene letta da molti come un atto di sfida, del resto confermato dal tono dei messaggi del presidente nel lasciare l’ospedale. Anche il presidente brasiliano Jair Messias Bolsonaro si tolse la mascherina per parlare con i giornalisti rientrando nella sua residenza dall’ospedale dove era stato trattato per il Covid-19.

In tweet e video diffusi prima e dopo il rientro alla Casa Bianca, Trump dice ai suoi concittadini: “State attenti, siate prudenti, ma uscite, non lasciatevi dominare dal virus, si può combattere… Mi sento meglio che vent’anni fa… Tornerò presto in campagna elettorale”. Uscendo dall’ospedale, prima di salire sul suv che lo portava all’elicottero, il presidente ha fatto un cenno di saluto e ringraziamento ai giornalisti presenti.

Nel dare la notizia delle dimissioni di Trump dall’ospedale, il suo medico, Sean Conley, e il team del Walter Reed hanno avvertito che il presidente “non è ancora guarito” e che ci vorranno ancora alcuni giorni di terapia. Finché non risulterà negativo, Trump potrà solo fare campagna virtuale: in dubbio, i due dibattiti tv restanti con Biden, il 15 e il 22 ottobre.

Confermato il duello in tv domani sera fra il vice-presidente Mike Pence e la candidata democratica alla vice-presidenza Kamala Harris.

A quanto ha accertato il New York Times, la Casa Bianca non intende procedere al contact tracing delle persone presenti nel Rose Garden il 26 settembre all’annuncio della designazione di Amy Coney Barrett a giudice della Corte Suprema – almeno una quindicina i positivi già noti, presidente e first lady compresi -.

Intanto, però, il virus continua a colpire alla Casa Bianca, dove la portavoce Kayleigh McEnany, molto criticata per i suoi atteggiamenti disinvolti, è positiva. La McEnany fece giovedì un briefing senza mascherina né distanze, dopo essere stata in contatto con Hope Hicks, la consigliera ’untrice’, che era già risultata positiva.

Ieri, prima di lasciare l’ospedale, Trump era stato particolarmente effervescente di tweet, fors’anche per un effetto euforizzante dei medicinali assunti. Con una raffica di cinguettii, tutti rigorosamente in lettere maiuscole, il presidente aveva fatto la sua campagna: una quindicina di messaggi per dire che il prossimo anno “sarà il migliore di sempre”, ma solo se, ovviamente, lui sarà rieletto; che la borsa sta per battere tutti i record; che votare democratico vuole dire avere più tasse e meno armi. “Forze armate più forti. Vota!”, “Low&Order. Vota!”, “Libertà religiosa. Vota!”, “Il più grande taglio delle tasse di sempre e un altro in arrivo. Vota!”. E così via.

Potete seguire tutti gli aggiornamenti del Diario Usa2020 sul blog di Giampiero Gramaglia.