– 156: fra le tensioni razziali, Trump rinvia il G7

31 Mag 2020 - Diario Americano USA 2020 di Giampiero Gramaglia

Ancora morti – una donna, a Indianapolis -, violenze, proteste, nella notte americana, nella scia delle tensioni razziali innescate dalla morte a Minneapolis di un nero che era stato arrestato e preso in custodia da un poliziotto bianco. Il coprifuoco è stato imposto in alcune delle maggiori città Usa fra cui Los Angeles, Denver, Miami, Atlanta, Chicago e Filadelfia. E la mappa delle vittime delle proteste e delle violenze che punteggiano l’America s’infittisce.

A Washington, i manifestanti si sono ammassati davanti alla Casa Bianca e ci sono stati tafferugli. A New York, migliaia di persone sono scese in piazza dalla Trump Tower a Manhattan al Queens, da Harlem a Brooklyn. A San Francisco, il municipio è stato assediato. A Las Vegas, ci sono stati 12 agenti feriti e 80 arresti. A Miami, il traffico è stato bloccato. Ad Atlanta, la città di Martin Luther King, il capo della polizia, una bianca, Erika Shields, ha arginato la protesta, dialogando con la folla.

Afro-americani e non solo protestano sciorinando rabbia e cordoglio a livello nazionale per la morte di George Floyd, lunedì scorso a Minneapolis. Il governatore del Minnesota, Tim Walz, democratico, mobilita migliaia di uomini della guardia nazionale, ma declina l’offerta del presidente Donald Trump e del Pentagono di inviare unità dell’esercito di polizia militare.

Trump, parlando a Cape Canaveral, dove segue il lancio riuscito di Crew Dragon, definisce la morte di Floyd “una grande tragedia” e afferma “il diritto a manifestare pacificamente”, ma condanna violenze e caos, attribuendoli al movimento antifa e alla sinistra radicale – altri vi vedono l’opera dell’estrema destra -.

Anche per placare gli animi, Derek Chauvin, 44 anni, l’‘agente killer’, quello che nel video tiene il ginocchio premuto sul collo di Floyd, 46 anni, è stato arrestato – con i tre suoi colleghi, era stato già licenziato -. L’Fbi indaga: l’autopsia ha escluso che George sia morto per asfissia o strangolamento. Chauvin rischia una condanna a 30 anni e la sua cauzione è stata fissata a 500 mila dollari.

Trump, però, alimenta la tensione con tweet incendiari: “Il sindaco di Minneapolis Jacob Frey non sarà mai scambiato per i generali McArthur o Patton… Come mai tutti questi posti che si difendono così male sono governati da democratici liberal? Siate duri e combattete (e arrestate i cattivi). Forza!”. Patton combattè i nazisti in Europa, McArthur i giapponesi nel Pacifico. Qui ci sono cittadini afro-americani furiosi perché uno di loro è stato ucciso.

Trump, intanto, rinvia il vertice del G7 dopo il forfait causa pandemia della cancelliera tedesca Angela Merkel: non si farà a fine giugno, ma a settembre. Trump vuole invitarvi anche la Russia – sospesa dal 2014, per l’annessione della Crimea – e altri Paesi come Corea del Sud, Australia e India. L’idea – scrive il New York Times, citando un consigliere del presidente – è di discutervi della Cina, diventata un rivale strategico degli Stati Uniti.

Potete seguire tutti gli aggiornamenti del Diario Usa2020 sul blog di Giampiero Gramaglia