IAI
PREMIO IAI 2020

L’intervento del ministro degli Esteri Luigi Di Maio

1 Ott 2020 - La redazione - La redazione

“Vorrei innanzitutto complimentarmi con i vincitori della terza edizione del premio “Giovani Talenti per l’Italia, l’Europa e il Mondo”, e mi complimento anche con l’Istituto Affari Internazionali, per aver organizzato questo premio. Vorrei anche ringraziarvi perché sia come organizzatori, sia come partecipanti, state dando un contributo importantissimo ad un tema strategico che l’Italia e l’Intera Europa sono chiamate ad affrontare, soprattutto in questo tempo così difficile.
La pandemia ce l’ha dimostrato ancora una volta, ci ha dimostrato che non può esistere un livello di sviluppo che si illuda di fare a meno della sostenibilità, della tutela dell’ambiente e del rispetto del pianeta terra. Il tema dello sviluppo sostenibile ci mette di fronte alla domanda: cosa vogliamo per il futuro? nostro, delle nostre famiglie, della nostra società. Cosa possiamo imparare dagli errori commessi? Come possiamo cambiare ciò che è necessario cambiare?

Per cambiare livello di sviluppo a livello mondiale dobbiamo necessariamente contare sui giovani e investire sui giovani. Abbiamo bisogno dell’energia dei giovani, del sostegno, che si esprime nei progetti, nelle idee che avete presentato per questo premio, e si esprime anche quando i giovani manifestano in piazza, e chiedono più attenzione, più rispetto e più azioni concrete. Ne siamo consapevoli. L’Italia ne è consapevole, lo dimostra la decisione del governo di presiedere la Cop26, per il contrasto ai cambiamenti climatici, assieme al Regno Unito, e di ospitare la pre-Cop a Milano, con un attenzione particolare ai giovani e all’Africa, il continente con la più ampia popolazione giovane al mondo. Ma lo dimostrano anche scelte concrete, come l’eco-bonus, che è l’esempio di uno strumento al servizio della crescita economica e del lavoro. Uno strumento ideato da un pensiero nuovo, rivolto alla sostenibilità ambientale. Mi piace pensare che le prossime scelte che andranno in questa direzione, comincino a crearsi qui oggi, anche grazie a queste iniziative, come il premio giovani talenti. Il cambiamento che ci attende passa dal comprendere che il rispetto dell’ambiente non solo è un’opportunità di crescita e sviluppo, ma deve essere molto di più, perché non ci sono alternative. La strada è tracciata e va percorsa. Il mio grazie e il mio augurio di buon lavoro, va a voi che siete già oggi, e sarete ancora di più domani, i protagonisti di questo percorso”.

 

Torna all’articolo generale sull’evento conclusivo della terza edizione del premio IAI