IAI
L'INTERVENTO DI Paola Severino A CERNOBBIO

“Investire di più nella giustizia a servizio di imprese e cittadini”

9 Set 2020 - La redazione - La redazione

Dal 4 al 6 settembre a Cernobbio si è tenuta la 46esima edizione del Forum The European House – Ambrosetti, incontro internazionale di discussione su temi principalmente economici. Tra i relatori intervenuti all’appuntamento annuale organizzato a Villa d’Este, anche Paola Severino. Già ministra della Giustizia e oggi vicepresidente della Luiss “Guido Carli” di Roma, Severino ha parlato durante nell’ambito del panel “Intelligence on the world, Europe, and Italy – Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive”.

Il suo intervento, intitolato “Giustizia ed economia: un binomio necessario, anche in tempo di Covid, ma difficile da coniugare” si è soffermato sugli scenari futuri e intrecciati di questi due settori, sostenendo quattro punti fondamentali: la spesa per la giustizia è un investimento; le cause remote e il possibile ritorno al passato per la giustizia penale; bad company e good company; lotta alla corruzione e competitività del Paese.

L’ex ministra ha chiesto di “investire di più nella giustizia a servizio di imprese e cittadini“. Infatti, i dati di Eurostat e dell’EU Justice Scoreboard elaborati da The European House – Ambrosetti mostrano che l’Italia è all’11esimo posto in Europa per spesa (in rapporto alla popolazione) nel settore giudiziario, ben distante da Germania, Regno Unito e Paesi Bassi.

Inoltre, ha ribadito Paola Severino, “migliorare questo settore permetterebbe di avere notevoli benefici economici, oltre ad avvicinarci alla media Ue”. Innanzitutto, “l’allineamento alle performance degli altri Paesi europei porterebbe a un aumento dell’attrattività degli investimenti, che potrebbero determinare un loro incremento fino a 170 miliardi di euro”. Inoltre, per intervenire direttamente nella performance giudiziaria si potrebbe apportare “una massiccia immissione di giovani, che può valere fino al 2,5% del Pil”.

LEGGI L’INTERVENTO INTEGRALE DI PAOLA SEVERINO