IAI
IL VIDEOMESSAGGIO DEL MINISTRO DEGLI ESTERI

Tunisia e immigrazione: aiuti dall’Italia per il controllo delle frontiere

18 Ago 2020 - La redazione - La redazione
La visita congiunta a Tunisi del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, e del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, si conclude con l’annuncio dello stanziamento di 11 milioni di euro da parte dell’Italia a sostegno della Tunisia: i soldi, provenienti dal Viminale, verranno utilizzati per rafforzare il controllo delle sue frontiere marittime (manutenzione delle motovedette, addestramento delle forze di sicurezza, radar, sistema informativo).
Come si legge sull’Ansa, la delegazione, composta anche dai commissari europei Ylva Johansson e Oliver Varhelji, ha incontrato il presidente della Repubblica Kais Saied, il premier incaricato Hichem Mechichi ed il ministro degli Esteri ad interim Selma Enneifer.
In un videomessaggio, registrato il 17 agosto 2020 a Tunisi, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio racconta l’incontro con il presidente della Tunisia Saied: “Ho detto che è indispensabile rafforzare la lotta contro i trafficanti di esseri umani, soprattutto nelle aree di Sfax e Madia. L’Italia è pronta a prestare tutta l’assistenza tecnica che serve”.
“Voglio essere molto chiaro”, ha continuato il ministro, “chi arriva in Italia in maniera irregolare non potrà usufruire di alcuna opportunità di regolarizzazione. L’unico esito di un arrivo irregolare è un rimpatrio”.
“D’altra parte, il fenomeno migratorio è molto complesso e crediamo che debba essere affrontato in una cornice ampia. Per questo abbiamo ribadito la massima disponibilità dell’Italia a portare avanti i negoziati per un accordo quadro in ambito migratorio che preveda forme virtuose di integrazione”, ha concluso il ministro.
GUARDA IL VIDEOMESSAGGIO