IAI
Vertice straordinario del Consiglio europeo

Coronavirus: le 4 priorità dei leader europei

11 Mar 2020 - Giulio Ucciero - Giulio Ucciero

Il 10 marzo si è tenuto in videoconferenza un vertice del Consiglio europeo straordinario sul coronavirus. Insieme ai 27 leader europei e al presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, vi hanno partecipato anche le presidenti di Commissione Ue e Bce, Ursula von der Leyen e Christine Lagarde, oltre all’Alto rappresentante Josep Borrell.

Viviamo una crisi eccezionale, che necessita di risposte eccezionali“, così il presidente francese Emmanuel Macron sull’emergenza che ha auspicato “una cooperazione più forte con l’Europa” per fronteggiare il virus che sta attaccando il continente.

Si è poi soffermato sulle difficoltà economiche. Come rilanciato dall’agenzia Nova, dicendo “l’Unione europea è pronta ad agire per evitare l’instabilità economica dovuta al diffondersi del coronavirus”. Secondo Macron, gli stati membri dell’Ue sono “pronti a prendere, tutti insieme, le misure essenziali per evitare qualsiasi forma di instabilità finanziaria ed economica” causata dall’epidemia. Il presidente francese ha poi chiesto ai capi di Stato e di governo dell’Ue di prendere decisioni in modo tale che “il vincolo di bilancio non fosse un baluardo” contro possibili misure a sostegno dell’economia.

Secondo il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, come riportato dall’Ansa : “dobbiamo lavorare insieme e fare il possibile, rapidamente”.  I leader europei si sono dati 4 priorità: primo limitare la diffusione del virus; secondo, assicurare le forniture mediche, evitando le restrizioni al mercato unico; terzo, promuovere la ricerca e quarto, affrontare le conseguenze economiche usando “ogni mezzo necessario”.

Al termine della videoconferenza dei 27, la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen ha detto che proporrà di creare un fondo da 25 miliardi “a sostegno del sistema sanitario, delle piccole e medie imprese, del mercato del lavoro e delle parti più vulnerabili dell’economia” e che proporrà a “Parlamento e Consiglio di liberare 7,5 miliardi di euro di liquidità dai fondi Ue, che faranno da leva per ottenere la massima capacità del nuovo fondo”. “Ho chiesto alla task force della Commissione sul Coronavirus”, ha detto inoltre Von der Leyen, “di individuare quali altri strumenti la Commissione può mobilitare per affrontare l’impatto del coronavirus sull’economia. Molti settori soffrono, dobbiamo capire come sostenerli”. La Commissione Ue presenterà “rapidamente” una legislazione sugli slot aerei per aiutare il settore in sofferenza per il Coronavirus. “Vogliamo rendere più facile per le compagnie tenere gli slot anche se non operano voli, è una misura temporanea che aiuta l’industria e l’ambiente perché solleva la pressione sul settore e riduce le emissioni evitando gli aerei fantasma”, costretti a volare anche senza passeggeri. Queste le parole della presidente della Commissione Ue.

“La Repubblica” scrive che la presidente della Bce, Christine Lagarde, collegandosi in conference calla con i leader europei, ha assicurato che l’Eurotower adotterà diverse misure contro gli effetti dell’emergenza coronavirus nella riunione di questa settimana. Secondo Bloomberg – come riportato sempre da “La Repubblica” – nella riunione telematica Lagarde ha spiegato che l’istituto centrale guarderà a tutti gli strumenti disponibili, fra cui finanziamenti a bassissimo costo e liquidità. Ai leader europei, Lagarde ha chiesto di agire urgentemente contro gli effetti dell’emergenza coronavirus, altrimenti si rischia “uno scenario come quello della grande crisi finanziaria del 2008”.

Intanto la Commissione europea è attivamente impegnata a sostenere gli sforzi profusi per affrontare l’epidemia di coronavirus (COVID-19). Ciò comprende il coordinamento continuo con gli Stati membri per condividere informazioni, valutare le necessità e garantire una risposta coerente a livello dell’Unione. Il lavoro sarà coordinato da cinque commissari: Janez Lenarčič, responsabile della gestione delle crisi; Stella Kyriakides, responsabile di tutti gli aspetti sanitari; Ylva Johansson, responsabile delle questioni relative alle frontiere, Adina Vălean, responsabile della mobilità; Paolo Gentiloni, responsabile degli aspetti macroeconomici.

La conferenza stampa a seguito del vertice straordinario del Consiglio europeo:

 

 

La dichiarazione della presidente Ursula von der Leyen: